€ 0 to € 5.000.000

Ulteriori Opzioni di Ricerca
We found 0 results. View results
I risultati della tua ricerca

Ecobonus 2020: cos’è e come ottenerlo al 110%

Il Superbonus 110% (Ecobonus e Sismabonus) è un’importante agevolazione fiscale prevista dal Decreto Rilancio (D.L. 34/2020, convertito dalla Legge 77/2020). Un’occasione unica per realizzare dei lavori di efficientamento energetico o antisismico godendo di un beneficio fiscale difficilmente ripetibile, a patto però che siano rispettati tutti gli adempimenti e si possiedano i requisiti.

Può essere richiesto per tutti gli interventi di demolizione e di ricostruzione, fermo restando che l’obiettivo di queste attività deve essere uno di quelli che rientrano nelle casistiche di Ecobonus o Sismabonus.

Permette la detrazione del 110% (per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021) per specifici interventi rivolti a: migliorare l’efficienza energetica, ridurre il rischio sismico, installare impianti fotovoltaici, infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici e altre spese per attività tecniche (asseverazioni, i visti di conformità e gli oneri progettuali).

Prevede alcune importanti novità: la cessione del credito d’imposta alle banche e altri intermediari finanziari e lo sconto in fattura da parte del fornitore di beni/servizi relativi agli interventi agevolati.

shutterstock_410963698

E’ il momento di approfittarne

Ti proponiamo un servizio si consulenza accurato e varie soluzioni modulabili: per l’elaborazione del progetto, la cessione del credito d’imposta in banca o presso altro ente finanziario, il finanziamento del progetto di asseverazione e per ottenere (se necessaria) la liquidità aggiuntiva per l’esecuzione dei lavori. 

Ci avvaliamo di una task force di architetti, ingegneri, geometri, designer e imprese edili specializzate con know-how architettonici e tecnici adeguati alle diverse complessitĂ . Disponiamo di qualificate risorse interne:

  • Individuiamo le esigenze dei nostri clienti (pianificazione strategica e ricerca)
  • Definiamo le caratteristiche specifiche dei progetti (progettazione)
  • Realizziamo e supervisioniamo i processi attuativi (esecuzione)
  • Ci occupiamo della cessione del bonus e dei finanziamenti accessori.

Richiedi la tua Videoconsulenza

Parla con un nostro consulente in video chat. Prenota subito il tuo appuntamento

prenota-una-videoconferenza

Superbonus 110% – Ecobonus – Sismabonus

Come funziona

Come funziona la detrazione Ecobonus. Chi può richiederlo e come può essere utilizzato

Le detrazioni previste dall’Ecobonus 2020 sono riservate alle costruzioni che rientrano nelle casistiche previste dal Governo:

  • Condomini privati e di edilizia pubblica
  • Persone fisiche
  • AttivitĂ  al di fuori dell’esercizio di impresa (non piĂą di due immobili nello stesso stabile)
  • Gli istituti autonomi delle case popolari IACP
  • Le cooperative e tutte le associazioni che fanno parte del terzo settore
  • Le associazioni sportive ma solo per le strutture adibite a spogliatoi.

*Sono assolutamente escluse le aziende, con alcune piccole eccezioni come le aziende proprietarie di unitĂ  immobiliari ad uso esclusivamente abitativo.

L’obiettivo dell’Ecobonus al 110% è di restituire l’intero l’importo dei lavori e una percentuale aggiuntiva di ritorno del 10%

Gli aventi diritto all’importo possono decidere se anticipare le spese e poi successivamente cedere il credito di imposta a un istituto di credito o un altro ente finanziario che si occuperà di restituire il corrispettivo della spesa sostenuta (110-102%) trattenendosi una fee (dell’ 8-10%) o se cedere il credito immediatamente alla società che si occupa dei lavori.

L’Ecobonus può essere utilizzato in cinque rate a raggiungimento dell’importo totale. Non solo i proprietari ma anche gli affittuari possono richiedere l’Ecobonus 2020 purché, ovviamente, siano titolari di un contratto in regola.

Ecobonus a 110%: cos’è e cosa si può detrarre

  • L’Ecobonus 2020 è una nuova detrazione fiscale che consente agli aventi diritto di ottenere la restituzione delle spese sostenute per i lavori edili di efficientamento energetico e miglioramento sismico.
  • Le agevolazioni possono essere richieste anche per le seconde case, un esempio classico può essere la villetta familiare sfruttata per le vacanze.
  • Esiste il limite di due abitazioni per persona fisica per le quali richiedere le agevolazioni dell’Ecobonus 2020 (limitazione non è valida, per il Sismabonus che può essere richiesto per tutti gli immobili dell’avente diritto).

Non si possono richiedere le agevolazioni fiscali in oggetto per tutti quegli immobili che sono classificati con le diciture A/1, A/8 e A/9 che sono categorie catastali non interessate dal provvedimento. Esistono, poi, anche dei tetti di spesa massima entro i quali le spese devono essere comprese.

Per l’isolamento termico queste sono le cifre: 50mila euro per le unità immobiliari unifamiliari; 40mila euro per ogni unità immobiliare nei condomini che comprendono da 2 a 8 unità; infine 30mila euro per ogni condominio che supera le 8 unità immobiliari. Se si parla, invece, di impianti di climatizzazione, le cifre cambiano: 20mila euro per ogni condominio che comprende fino ad 8 unità immobiliari; 15mila euro per tutti gli altri condomini superiori a 8 unità abitative.

Ecobonus a 65%: cos’è e cosa si può detrarre

  • Non tutti i casi rientrano nell’ambito delle agevolazioni previste dall’Ecobonus 2020. Ci sono comunque delle soluzioni possibili per rendere i lavori edilizi piĂą convenienti e meno onerosi.
  • Fra questi l’Ecobonus al 65%. Consente di ricevere, come agevolazioni fiscale, una percentuale massima del 65% delle spese sostenute per i lavori di rimozione dell’amianto, riqualificazione di giardini ed aree verdi condominiali e efficientamento energetico.

Sono previsti dei rimborsi fino al 65% delle spese sostenute per l’installazione di caldaie a condensazione in classe A, in concomitanza alla creazione di un sistema di termoregolazione di nuova generazione. La percentuale di detrazione scende invece al 50% in caso di sola installazione di caldaia a condensazione di classe A.

Questa agevolazione, già in vigore nel 2019, resta in vigore anche nel 2020 e segue precise regole. Prima tra tutte la comunicazione ENEA che deve essere fatta prima dell’inizio dei lavori.

L’agevolazione vale inoltre per tutta una serie di lavori quali: l’installazione di un sistema di pannelli solari per sfruttare l’energia naturale; ogni intervento di domotica destinato a controllare a distanza gli impianti di riscaldamento e di raffreddamento, la sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento, particolarmente inquinanti.

Vale infine per gli interventi di coibentazione, compresa la sostituzione di pavimenti, infissi e ogni altro tipo di intervento utile a prevenire la dispersione termica. Anche in questo caso sono previste soglie di spese massime che non possono essere superate: 100mila euro per gli interventi di riqualificazione energetica, 60mila euro per interventi esterni all’edificio e pannelli solari, 30mila per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Ecobonus a 50%: cos’è e cosa si può detrarre

  • L’Ecobonus 50% è molto simile all’Ecobonus al 65%. E’ un’agevolazione fiscale decretata nel 2019 che continua ad essere valida per tutti i casi non compresi nel nuovo Ecobonus 110% o per tutte le spese non espressamente previste dallo stesso.
  • Di seguito elenchiamo le principali voci di spesa sono comprese nell’Ecobonus al 50%, gli aventi diritto e le modalitĂ  necessarie per accedere a questa detrazione fiscale.

Rispetto all’Ecobonus 65% sono differenti le tipologie di soggetti aventi diritto e spese ammissibili. Questo bonus può essere richiesto da persone fisiche, persone fisiche con reddito di impresa, enti pubblici e privati, titolari di partite iva.

Rientrano nell’elenco di quelle previste: la sostituzione di finestre e infissi in appartamenti e condomini; l’acquisto e l’installazione di schermature solari; l’acquisto e il montaggio di caldaie a biomassa. Un elenco che comprende anche molti interventi con tetti di spesa massima simili all’Ecobonus 2020 e la possibilitĂ  di scegliere fra due diverse forme di rimborso. Anche in questo caso è necessaria la  comunicazione all’ENEA antecedente all’inizio dei lavori.

Per poter ottenere la restituzione delle spese occorre garantire la tracciabilitĂ  dei pagamenti. Le transazioni devono essere fatte a mezzo bonifico e la documentazione dei costi conservata.

Contattami

Pianifica ?
error:

Confronta le proprietĂ